This page was last updated Thu 05 January 2017.

Contents: Tours (4)   

Reports by alex

All descriptions are in English, unless otherwise noted.

Tours

Pantalica e valle dell'Anapo in bicicletta
by alex, tour started August 2011, submitted 13 October 2011
language: it

Bella cicloescursione di 90 km con partenza e arrivo a Siracusa, passando per Floridia, Solarino, Ferla e attraversamento di parte della Valle dell'Anapo e Pantalica, in bici pieghevole.

Poco prima di Ferla il sentiero ciclopedonale indicato in verde che attraversa la Valle dell'Anapo non è percorribile in bicicletta a meno di una autorizzazione del Corpo Forestale dello stato. Dopo il paesino di Ferla però esiste una strada accessibile alle macchine che ''taglia'' il parco in due e giunge nei pressi di un parcheggio in cui la strada stessa si interrompe.

Nella mappa, il tratto segnato in rosso infatti è un sentiero escursionistico non praticabile con la bici. Nel primo tratto si scende fino al fiume Calcinara, e dopo averlo guadato si sale un altro sentiero fino a Sortino. In questo sentiero l'ingresso con la bici non costituisce un problema ma è effettivamente impossibile pedalare e quindi l'unica via è portarla a spalla (cosa che è stata comunque faticosissima).

Durante la cicloescursione si ammirano la Grotta dei pipistrelli, e le tantissime tombe che costituiscono la Necropoli di Pantalica. Una fatica che dunque vale la pena.

Un po' di storia

Floridia prende il nome dalla duchessa Floridia Lucia Migliaccio, già sposata morganaticamente col re delle Due Sicilie Ferdinando I e detta anche la Favorita (da qui anche il nome dello stadio di Palermo).

Solarino, detto anche San Paolo Solarino, in onore di San Paolo che si fermò alcuni giorni vicino Siracusa, in attesa di proseguire verso Roma per essere giudicato.

See all 4 reports by alex

Parco dei Simbruini (o quasi) in Bicicletta
by alex, tour started August 2011, submitted 13 October 2011
language: it

Questo week end era in programma un'escursione in bici per i Monti Simbruini con partenza a Ferentino e arrivo la domenica sera a L'Aquila. Tutto è cominciato bene, a parte il caldo che davvero non dava tregua, ciclista e bici pieghevole, tutti e due in grande forma.

Da Ferentino dopo un primo breve tratto si costeggia il lago di Citerno, nell'omonima Riserva Naturale, si svalica il Passo della Sella (931 m) e si scende quindi a Fiuggi, animata il sabato da un po' di turismo.

Passo della Sella

Una nuova salita conduce agli Altipiani di Arcinazzo (900 m), ultimo comune prima dell'ingresso nel Parco dei Simbruini e della lunga e ultima salita che porta a Campo Staffi (1850 m). Si attraversano in ordine prima Trevi nel Lazio e subito dopo il bel paesino di Filettino (1100 m). Dopo pochi chilometri, quando Campo Staffi ne è distante solo 8, succede che un copertone si squarcia, sfilacciandosi nelle cuciture, e senza ricambi, non resta altra soluzione che tornare indietro dopo aver aspettato il primo pullman. Dal profilo altimetrico si nota proprio l'itinerario strozzato quasi in prossimità dell'arrivo.

Insomma oltre al danno anche la beffa: di aver pedalato dalle 9 alle 16:00 (nelle ore più calde), non aver potuto godere del paesaggio dal valico, e soprattutto di non aver nemmeno iniziato la discesa!!!

Davvero molto desolante! Ma dato che da ogni esperienza negativa (d'altronde capitano a tutti) c'è qualcosa da imparare, la nuova lezione è: il copertone di scorta portarlo sempre, anche per la gitarella di due giorni. Unica nota positiva, la pieghevole che è stato comodissimo caricare e scaricare dai tre pullman che sono stati necessari per rientrare a Roma (Filettino - Altipiani di Arcinazzo, Altipiani di Arcinazzo - Fiuggi, e Fiuggi - Roma).

See all 4 reports by alex

Via Salaria in bicicletta
by alex, tour started November 2008, submitted 13 October 2011
language: it

Questo percorso in bici lungo la via Salaria, da Roma a Posta, risale ormai al 2009 ed è rimasto nel cassetto per due lunghi anni, forse non ritenuto all'altezza degli altri. Invece adesso eccolo pubblicato e aggiunto alla sezione delle escursioni in bici. La pedalata sarebbe dovuta terminare ad Ascoli, interrotta però da una pioggia improvvisa, è terminata al paesino di Posta.

1° tappa: Roma - Poggio San Lorenzo: 60 km
Con un pizzico di preoccupazione e fretta percorro il primo tratto della via Salaria in uscita da Roma per liberarmi presto del traffico. Già dopo Settebagni si gode di un po' più di tranquillià.

In continua salita, attraverso diversi comuni della Sabina fino all'arrivo col buio (sono appena le 6 del pomeriggio) a Poggio San Lorenzo, dove sono ospite a casa di un amico. Il paesino si trova sulla cima di una ripida salita che raggiungo spingendo la bici a braccia.

2° tappa: Poggio San Lorenzo- Posta: 50 km
Il primo tratto fino a Rieti rimane pressochè pianeggiante mentre comincia ad essere più impegnativo all'altezza di Antrodoco. Breve sosta alla terme di Cotilia e al laghetto di Canetra. Il cielo minaccioso già dalla mattina comincia a mandare una brutta pioggia che mi costringe a sospendere la pedalata nel paesino di Posta.

See all 4 reports by alex

Costiera amalfitana, Cilento e Pollino in bicicletta
by alex, tour started August 2011, submitted 13 October 2011
language: it

Grande viaggio. A spasso in bici per l'Italia (Campania, Basilicata, Calabria) troppo spesso snobbata e ora davvero riscoperta. Quasi 500 chilometri tra costiere mozzafiato, parchi naturali, montagne e paesini dimenticati e indimenticabili.

Il tutto in sella alla bici pieghevole, stupefacente per la sua tenuta e agilità in salita. Inoltre nessuna foratura, ma è difficile attribuirne il merito a dei normalissimi copertoni da città; evidentemente anche la fortuna aiuta.

Uniche pecche: in pianura, in cui superare i 20 km/h diventa un'utopia, oltre quelli si pedala praticamente a vuoto, e il sellino di serie scomodissimo, assolutamente da cambiare per il prossimo viaggio.

1° tappa: Napoli - Positano, 75 km
Da Napoli si scende lungo la litoranea fino a Torre Annunziata, saltellando sul sellino per effetto della strada dissestata e ammirando il Vesuvio sulla sinistra. Breve pausa a Castellammare, colorata per l'occasione (non si sa bene quale) di gialla e di blu! [...]

2° tappa: Positano - Agnone, 120 km
Ottima colazione suggerita dal turista Frank al Bar del Sole di Praiano, il sole sorride anche sulla schiuma del Cappuccino! Dunque Amalfi, bella quanto affollata e insostenibile (economicamente parlando), come un po' tutta la Costiera. Da vedere anche Vietri sul Mare, famosa per le sue ceramiche. [...]

3° tappa: Agnone - Lauria, 130 km
La tappa più tosta, salite con strappi al 12%, le peggiori fino ad Ascea e Pisciotta. Per un tratto bisogna spingere a braccia perché la strada è anche dissestata (''è così da quarant'anniâ'', dice un abitante). [...]

4° tappa: Lauria - Cosenza, 150 km
Sveglia anticipata di un'ora per affrontare il Parco del Pollino prima delle ore calde. E in effetti sulla discesa da Mormanno (900 m) a circa 40 km/h si sente un bel freschetto. [...]

See all 4 reports by alex